Crederci

maglia-2017-2018

Tutte in trasferta le nostre gare di tennistavolo. CARAMELLANDIA a far visita a Miggiano, CAFFETTERIA VALENTINO in quel di Otranto e ALUNNIDELMARE nella distante palestra di Strudà. Quest’ultima, semplice sulla carta – ma anche suo campo – contro l’ultima in classifica. Vittoria per 4-2. CARAMELLANDIA, 5° in classifica cede nei confronti della capolista Gynnika per 5-1. Bel punto di Margarito su Giangreco per 3-1. Scontro al vertice per CAFFETTERIA VALENTINO. Sconfitta per 6-0 all’andata rimedia ora un’altra sconfitta ma per 4-2.
Lungo la strada spesso si parla delle caratteristiche degli avversari, del clima partita, ecc. e, normalmente, quando si va ad affrontare una squadra di sicuro livello superiore si rischia di partire già battuti in partenza. Un altro 6-0? “No!” afferma deciso Giacomo De Filippi (che si unisce a noi in questa trasferta).
Vero: occorre crederci!
Credere. Ovvero ritenere vera una cosa… avere la persuasione che una cosa possa divenire quale il nostro sentimento vuole che sia. Tutto può accadere e questo costa fatica, costa quello sforzo materiale e costante dell’allenamento settimanale per superare le difficoltà degli intrighi tattici della gara.
“Volere è potere” si dice… ma spesso non ne siamo veramente convinti. Non so, è come se l’affermazione fosse incompleta. Oggi a Otranto abbiamo capito perché. Volere è potere ma crederci fa la differenza.
Già, crederci. Perché noi possiamo desiderare una cosa ma possiamo anche non ottenerla.
Crederci… cambia la prospettiva. Quando crediamo in qualcosa ci impegniamo affinchè questa diventi realtà. Se vogliamo migliorarci iniziamo a lavorare per raggiungere l’obiettivo. Ci mettiamo impegno.
Oggi Alessandro Monteduro e Antonio De Nuzzo, vincendo le loro due gare per 3-2 contro avversari più blasonati…. non si sono fermati al desiderio… ma ci hanno creduto.
Funziona.
Gridi di esultanza a fine gara ma gli Amici di Otranto – ne siamo certi – non si saranno offesi di nulla. Anzi.
Sportivi saluti a tutti.


5 pensieri su “Crederci

  1. Siete,divenuti dei bravi e brave stakanovisti.
    Impegno,passione,determinazione squadra una buona amalgama per vincere nel rush finale a maggio’18. bye.
    Milan Inter 3-0?

  2. Il tempo delle battute killers,non finisce mai.
    Ci sono squadre,che vincono con questo metodo…nascondere la pallina al momento della battuta e non alzano la pallina.
    Non e’piu’tennis-tavolo…..ma ping-pong se si batte come c….si vuole.
    Sarebbe come battere, al tennis dentro la linea di demarcazione…oppure metterci un piedi (sempre pero’nel volley)….con facilita’.
    Non depone bene….ecco perche’non abbiamo un futuro campione….vedesi anche ultimo incontro tennis di Coppa Davis….dell’agitato Fabio Fognini perso contro Francia…vi stimo e v’incoraggio come sempre,siete la squadra number one…almeno in serie D2 girone F….buona settimana!

  3. I due rami,del Parlamento Italiano (camera e senato),chiusi fino al 7 maggio’18.
    Cose assurde, e questo non fa che,accrescere un certo malcontento di un’Italia che,a giorni si appresta a festeggiare la festa della liberazione giorno 25 c.m.
    Perche’ho,voluto evidenziare cio’?
    Italia non avra’ futuri pongisti come e’stato ricordato ieri (120 c.m.)alla trasmissione dell’eredita’su rete nazionale,in quanto non vi e’il principio basilare di De Coubertin e questo non fa,che avvalorare un idea mia…i tantissimi Oliver ci sono,in Italia come vi possono essere i vari Moreno,perche’ non vi e’il giusto controllo delle regole,basi.
    Buona domenica e in bocca al lupo (magari Lecce va in serie B),dopo quest’affermazione,ciao…credo di giocare settembre in Don Pippi Palama’ma tornero’a giocare a Casarano, non da giocatore avversario,ma da giocatore casaranese ,bye!

  4. Cosi squadra idruntina in serie D1 e niente, un po’d’amarezza rimane.
    Un bel campionato giorno 5-6 maggio the end.
    Le somme,di questi giorni/mesi?
    Si poteva battere meglio.
    La presidentessa reg.le mai risposto e neanche a livello naz.le.
    E’arrivata non primavera l’estate gia’ chiunque a prender la tintarella.
    Questo sport,che di sport si parla (non puo’essere come scherma), disciplina ferrea….non si smentisce mai, “andiamo a campa’”.

  5. Inoltre dico da tempo che,il tennis tavolo,non puo’essere considerato solo svago passatempo, hobbys no di tutto cio’.
    Vero sport altrimenti non si farebbero stages nelle scuole non dite?Ma la spada di Damocle e’le “battute a mi……”che,esistono e persistono nei secoli e niente 1 maggio a Taranto s’inizia bye

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *