avere o essere?

alunnidelmare---utopia-joie

Sabato 3-2-2018 le tre compagine casaranesi di Tennis Tavolo hanno dato vita alla prima giornata del girone di ritorno del campionato di serie D2. Cosa potremmo raccontare oggi? Diamo i numeri? Ok. 2 vittorie e una sconfitta. L’anticipo del derby è stato appannaggio della squadra 2° in classifica del girone G.
Stop.
Via siete divertiti? Non credo. Abbiamo dato solo numeri, secondo la logica dell’avere, vale a dire dell’esigenza di ottenere il punto della vittoria, del sentirsi superiori all’avversario ovvero del sentirsi disturbato se l’avversario esulta per il punto conquistato con la propria tecnica di gioco.
Spesso mi domando se quando le associazioni sportive condividono il proprio statuto per costituirsi ufficialmente, si rendono effettivamente conto di quello che scrivono. Se ciascuno dei fondatori fa veramente suoi i valori in esso contenuti.
Il nostro, al comma 3 dell’art. 2 recita così: “L’associazione esercita con lealtà sportiva la propria attività, osservando i principi della salvaguardia della funzione educativa, popolare, sociale e culturale del tennistavolo intesa come mezzo di formazione psico-fisica ed etica dei soci…….”.
E’ indubbio che tutto questo significa “vivere” in ogni circostanza la disciplina sportiva secondo i valori dell’essere.
Vale a dire che il vero obiettivo da perseguire è quello di promuovere, attraverso lo sport, atteggiamenti e valori come l’amicizia, il dialogo, la condivisione, il rispetto, la lealtà, l’autocontrollo, la perseveranza del voler perseguire sempre i propositi virtuosi dello sport…. insomma il vincere o perdere senza mai dimenticare di giocare con il sorriso sulle labbra.
Qualunque cosa accada.
Gioca con disinteresse solo chi coglie nello sport un’occasione per migliorare se stesso e gli altri.
Diversamente porterà a casa solo numeri.

“Se in battaglia un uomo ne vincesse mille, e un altro vincesse se stesso, il vero vincitore sarebbe il secondo.” (Buddha)

“La vittoria è grande, ma ancor di più lo è l’amicizia” (Emil Zatopek)

Un pensiero su “avere o essere?

  1. Voglio,fare un plauso allo staff ospedaliero di Casarano.
    Per un’operazione non semplicissima ad una signora ‘7oenne.
    Che sta reagendo molto bene…e siccome so che,legge spesso Casarano tennis-tavolo.
    Volevo che si rendesse conto Casarano e’un ottimo centro ospedaliero chiudere certi reparti pero’non depone bene…ma non solo Casarano – presto anche il figlio ri-tornera’ giocare a tennis tavolo bye!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *